Output 2

Esperto 3D – Percorso formativo

L’IO2 sarà basato sul profilo delineato in IO1, ovvero le conoscenze, le abilità e le competenze identificate definite per la competenza di 3D Expert. La partnership progetterà il curriculum 3D Expert, che includerà le competenze hardware e software pronte a essere attuate nei paesi partner, nonché altre raccomandazioni riguardanti la sua attuazione amministrativa e materiale nei centri educativi dell’IFP. La progettazione della formazione includerà anche un’attività di convalida informale da parte dei membri dell’Advisory Board.

Insegnanti e formatori parteciperanno a due attività di capacity building per consentire loro di apprendere e capire come organizzare e implementare il percorso di apprendimento di 3D4VET e, d’altro canto, per acquisire le conoscenze su come creare e gestire una stampante 3D.

In un secondo momento, il consorzio organizzerà un test locale in Spagna, Italia e Croazia, in cui i formatori che hanno partecipato all’attività di capacity building organizzeranno sessioni di formazione pratica con gli studenti locali. L’O2 si concluderà con la messa a punto del curriculum redatto e materiali di formazione sviluppati dal Consorzio sulla base del feedback raccolto durante i test locali. L’implementazione dell’IO2 sarà realizzata attraverso 8 attività, come descritto di seguito:

  • O2-A1 – O2 Piano operativo
    CEP redigerà e condividerà con i partner il piano operativo O2 che dettaglia la timeline, le responsabilità e l’articolazione dei contributi attesi
  • O2-A2 – Definizione del percorso formativo (inclusa trasferibilità ECVET e regolamenti nazionali)
    Come spiegato, il curriculum riguarderà sia l’hardware che il software e avrà una forte dimensione pratica. Sarà anche abbastanza generale da consentire l’applicazione delle competenze acquisite alla vasta gamma di aree in cui viene applicata la stampa 3D. La parte hardware includerà la costruzione di stampanti 3D. Ciò consentirà agli studenti di comprendere i principali componenti modulari di questo tipo di strumentazione. La parte software analizzerà i principali strumenti Open Source disponibili e le sue potenzialità e differenze. Il percorso di apprendimento 3D4VET sarà basato e rispetterà i requisiti del sistema ECVET, al fine di consentirne l’applicazione a livello UE.
  • O2-A3 – Validazione del curriculum da parte degli stakeholder
    Il curriculum elaborato in O2-A2 sarà analizzato a livello nazionale di ciascun paese partner al fine di garantirne l’adeguatezza con i requisiti e le specifiche regionali / nazionali. A tale scopo, i partner terranno gruppi di discussione per coinvolgere le parti interessate e raccogliere feedback. Almeno 5 parti interessate che hanno partecipato alle attività O1 prenderanno parte a ciascun paese.
  • O2-A4 – Sviluppo dei materiali formativi
    I materiali saranno sviluppati in inglese e, in una seconda fase, tradotti. Sarà creato inoltre il manuale del formatore.
  • O2-A5 – Capacity building per formatori
    Il primo sarà organizzato a Venezia da FORCOOP/CRUNCHLAB e coinciderà con la terza riunione dei partner. Si rivolge a formatori e insegnanti e mira a consentire ai partecipanti di acquisire le conoscenze e le competenze necessarie su come implementare e organizzare il corso 3D4VET presso le proprie istituzioni di origine. La seconda attività di formazione sarà organizzata da BIOAVAN a Siviglia. I partecipanti riceveranno le informazioni su come creare la propria stampante 3D e su come utilizzare la stampante.
  • O2-A6 – Pilot test
    Il gruppo di formatori che ha partecipato alle attività di capacity building organizzerà un test pilota con gli studenti presso le proprie istituzioni di origine. Ciò avverrà implementando il test e il suo contenuto in tre diversi campi: Meccanica (Croazia); Design (Italia) e Health-Prosthetics (Spagna). I destinatari includono almeno 15 studenti in ogni paese (45 in totale).
  • O2-A7 – Fine-tuning
    Valutazione generale, messa a punto e produzione della versione finale dei risultati O2 (percorso e materiali di apprendimento, processo dettagliato e rapporto sulle esperienze del test) sulla base delle prove raccolte durante i test pilota.
  • O2-A8 – O2 Report
    I risultati delle attività O2 saranno riportati in un rapporto completo: descrizione delle attività svolte, gruppi target e parti interessate coinvolte, risultati ottenuti; riportando i contenuti della formazione, le attività di test e di convalida. Il report O2 sarà preparato in EN. Il sommario esecutivo sarà tradotto in tutte le lingue dei partner